SPETTACOLO TEATRALE

Mon Frère Vincent
Fondazione Capta Onlus

Festival di Arte e Cultura sul tema della salute mentale

16/10

ore 20:45

‏Oasi Rossi
Via Salzena,
Santorso (VI)

MON FRERE VINCENT


In scena due narratori che accompagnano lo spettatore accanto ai primi anni di Vincent Van Gogh, anni in cui faceva il venditore, l’insegnante e tentava di divenire pastore protestante. Con frequenza sempre più elevata, proporzionata all’urgenza di vita di Vincent, la parola raccontata lascia il posto a quella detta e vissuta in prima persona da Theo e Vincent, attraverso le loro lettere. Si svelano così, con vampate di fuoco, il rapporto tra i due fratelli, la loro interdipendenza, la fatica e lo sforzo per diventare pittore, il suo incontenibile “bisogno di religione”.
‏Quest’opera vuole essere un omaggio a Van Gogh ma anche un momento di riflessione sull’arte e la vita. Forse in nessun altro autore come in Vincent Van Gogh si sente quanto queste due dimensioni siano fuse nella e dalla passione, intesa in entrambe le accezioni della parola: entusiasmo e sofferenza
A cura di Andrea Picco, con Andrea Picco e Nadir Basso
Testo di Roberta Radich


Fondazione Capta Onlus

‏Il Centro Capta è un collettivo di psicologi e volontari che dal 2005 lavora per promuovere la crescita personale e la cura delle relazioni nella comunità.
‏Andrea Picco è psicologo, drammaterapeuta e attore. Si occupa da più di dieci anni di teatro nella sua accezione sociale e terapeutica. Conduce diversi gruppi formativi orientati alla crescita personale attraverso il teatro, l’arte e la creatività.
www.fondazionecapta.it

Evento realizzato in collaborazione con Cooperativa Sociale Nuovi Orizzonti O.N.L.U.S



http://www.glistatidellamente.com/edizione2016/wp-content/uploads/2016/09/Vincent03.jpg

Offerta libera